Lombardia: risoluzione Commissione Sanità su autismo

Lzp

Milano, 30 ott. (askanews) - Rilanciare l'impegno e potenziare gli interventi di diagnosi precoce, presa in carico e assistenza per i pazienti affetti da disturbi dello spettro autistico. Questo il contenuto di una Risoluzione approvata oggi all'unanimità dalla Commissione consiliare Sanità, presieduta da Emanuele Monti (Lega). Il documento, illustrato dalla Vice Presidente della Commissione, Simona Tironi (FI), impegna il Presidente della Giunta regionale ad attivare percorsi di prevenzione, cura, riabilitazione sanitaria e socio sanitaria dei soggetti autistici e di sostegno e assistenza per le famiglie.

"Con questo documento, che ora portiamo all'attenzione dell'Assemblea lombarda, chiediamo maggior attenzione e sostegno ai pazienti dello spettro autistico - ha sottolineato la Vice Presidente Tironi -, potenziando le azioni e gli interventi per la diagnosi precoce in ambito neuropsichiatrico e per la presa in carico che possano offrire percorsi di cura dettagliati. E' un documento che testimonia la nostra vicinanza ai pazienti e alle famiglie".

Tra le misure elencate nel documento si chiede l'apertura di un Tavolo interassessorile, l'ampliamento delle misure di sostegno dall'età pediatrica fino a comprendere anche pazienti adulti, la collaborazione con l'Ufficio scolastico regionale per interventi mirati all'inclusione educativa e sociale dei pazienti autistici, la stabilizzazione delle sperimentazioni e la valorizzazione di eventuali altre attività sui territori che abbiano offerto soluzioni efficaci. Approvati all'unanimità anche alcuni emendamenti proposti dai consiglieri di Forza Italia e uno a firma di Michele Usuelli (+Europa) in cui si chiede la creazione di èquipe multidisciplinari.