Lombardia: Rolfi, 'regione produce 40% latte italiano, sfida è riportarlo nelle scuole' (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – "Da oggi -aggiunge l'assessore- ristoranti e bar possono ospitare i clienti anche all'interno, sia a pranzo che a cena. Queste riaperture sono ossigeno anche per tutta la produzione zootecnica lombarda. Ora la vera sfida è, da una parte, quella di comunicare al meglio al consumatore e, dall'altra, quella di riportare il latte nelle scuole. Negli anni scorsi ci sono state diverse iniziative che consentivano ai genitori di scegliere i latticini per la ricreazione dei figli. Una tradizione che si è persa e che la Regione Lombardia vuole riproporre nei prossimi anni, per garantire sostenibilità economica alle aziende agricole e per contribuire alla educazione alimentare dei ragazzi".

"Con l'aumento della produzione -conclude Rolfi- c'è un rischio di abbattimento dei prezzi. Per mantenere forte la filiera e riconoscere il giusto prezzo agli allevatori serve lavorare per una diversificazione produttiva e trovare nuovi mercati in cui collocare il latte senza tralasciare ovviamente la promozione dei formaggi, partendo dalle dop che sono portabandiera dell'Italia nel mondo. L'Italia deve mettere a fuoco nel prossimo piano strategico nazionale anche l'importanza della filiera mangimistica per garantire materie prime locali e ridurre la dipendenza dall'estero e quindi l'oscillazione dei costi".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli