Lombardia, Sala: problema vero è che Pd deve cercare vittoria

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 7 nov. (askanews) - "Il problema vero è che i singoli partiti nelle elezioni locali mirano a vincere o a consolidare il loro posizionamento a livello nazionale? È diverso. Per esempio dal punto di vista di Calenda e di Renzi - poi ufficialmente diranno sempre che vogliono vincere, ci sta - anche un buon risultato a loro va benissimo, mentre il Pd qui deve cercare di vincere quindi non fa. La situazione è quella delle politiche, lo stesso schema". Lo ha detto il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, a margine dell'evento Sport Industry Talks della Fondazione Corriere della Sera.

"Vorrei sentire, cosa che non ho ancora fatto, la segreteria nazionale" del Pd "perché mi pare che a livello locale ci sia un percorso avviato, o almeno un'intenzione, di primarie però vorrei sentire la segreteria nazionale" ha aggiunto Sala per il quale "le primarie hanno lo scopo di muovere le cose, bisogna però capire prima quello che si fa, per questo voglio sentire la segreteria nazionale".

L'ipotesi di riaprire le porte della coalizione di centrosinistra ai Cinque stelle, ha proseguito, "la vedo difficile. Mi pare che, anche per notizia che raccolgo a livello nazionale, ci sia una volontà dei Cinque stelle di andare da soli, sia in Lombardia sia nel Lazio".

Quanto alla possibilità che l'economista e senatore del Pd, Carlo Cottarelli, indicato nei giorni scorsi come possibile candidato, possa essere ancora in campo ha detto che vede "difficile" anche questa ipotesi: "Devo sentirlo, ma mi aveva detto cento volte io ci sono nella misura in cui sono il candidato anche del terzo polo". Un altro possibile candidato è il sindaco di Brescia, Emilio Del Bono, che "è sempre stato interessato, ma anche interessato a correre su Brescia quindi bisognerà muoversi, ma prima di tutto voglio sentire Letta" ha ribadito Sala.