Lombardia/sanita': Formigoni, nulla da rimproverarmi su vicenda vacanze

(ASCA) - Milano, 17 apr - ''Non ho nulla da rimproverarmi su

questa vicenda delle vacanze, non vedo dove sia il problema

se una persona che conosco da 30 anni mi offre una vacanza''.

Cosi' si difende il presidente della Regione, Roberto

Formigoni, dopo le indiscrezioni su una vacanza a Parigi

pagata da Pierangelo Dacco', una delle persone arrestate

nell'ambito dell'inchiesta sulla Fondazione Maugeri ma gia'

in carcere per lo scandalo del San Raffaele.

''Faccio sempre delle vacanze di gruppo'', ha aggiunto il

governatore lombardo intervenendo dagli schermi di 'La

Telefonata' di Maurizio Belpietro su Canale 5: ''Quando si

fanno le vacanze di gruppo c'e' uno che si fa carico di

pagare il volo, chi paga l'hotel e chi paga i ristoranti. Poi

a fine vacanza ci si mette a posto''.

Di certo, ha puntualizzato ancora Formigoni, ''nessuno mi

ha mai pagato vanzanze, nessuno mi ha mai fatto regalie, non

ho mai preso un euro da nessuno. E questo e' chiaro perche'

non c'e' nessuna indagine su di me''.

Ricerca

Le notizie del giorno