Lombardia, sindaci pd a Fontana: ci dica se vuole coinvolgerci

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 8 gen. (askanews) - "Dal presidente Fontana arriva un vero e proprio uno schiaffo alla collaborazione istituzionale fra sindaci e Regione. Non ci sono altre parole per commentare la spiacevole lettera con cui il governatore lombardo ha replicato a 56 sindaci della Città Metropolitana di Milano, i quali avevano invitato la giunta regionale a destinare risorse economiche ai Comuni sulla base di criteri oggettivi o attraverso bandi pubblici, diversamente da come è accaduto con il "Piano Lombardia" che ha visto finanziare opere spesso non di interesse regionale a favore di amministrazioni comunali 'amiche'. Così in un comunicato congiunto la segretaria metropolitana del PD Milano Silvia Roggiani e il sindaco di Cesano Boscone Simone Negri, in qualità di responsabile PD dei sindaci dell'area metropolitana, a seguito della lettera inviata ai sindaci dal presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana.

"Da Fontana, però - prosegue la nota - sono arrivati toni e parole sprezzanti che non confanno con quelli che dovrebbe usare un Presidente di Regione. Pensano, forse, di usare l'arroganza per nascondere metodi non lineari e poco trasparenti nella ripartizione di risorse che dovrebbero far ripartire la Lombardia?"

"Non ci interessa la polemica politica - conclude la nota - ma abbiamo a cuore lo sviluppo del territorio e il benessere dei cittadini, che per noi sono tutti uguali indistintamente da chi li governi. A questo punto sia il Presidente Fontana a dirci se intende proseguire sulla strada della collaborazione, come abbiamo chiesto attraverso un coinvolgimento nella definizione delle priorità dei Comuni, o se ha scelto di rinunciare a garantire rapporti di leale collaborazione con le amministrazioni locali".