Lombardia, sondaggio: ragazzi si sentono più lombardi che europei

Red-Alp

Milano, 19 set. (askanews) - Aumenta (dal 16% al 24,5% in un anno) la percentuale di giovani che si sente "innanzitutto" cittadino della Lombardia e sale di 5 punti il senso di appartenenza alla cittadinanza italiana (che raggiunge il 58,2% di preferenze), mentre solo il 16,50% degli intervistati dichiara di sentirsi cittadino europeo. E' uno dei dati emersi da un sondaggio promosso dal Consiglio regionale della Lombardia, nell'ambito delle iniziative di educazione alla cittadinanza per il nuovo anno scolastico, presentate a Palazzo Pirelli a Milano a responsabili di istituti scolastici lombardi. Lo ha annunciato la Regione, spiegando che hanno risposto alle domande circa 800 tra ragazze e ragazzi tra i 15 e i 18 anni che frequentano gli istituti secondari di secondo grado (professionali, licei ed istituti tecnici) e che l'anno scorso hanno partecipato ai due "percorsi di avvicinamento" all'istituzione: "Il Consiglio entra nelle scuole" (18 incontri in 16 scuole della Lombardia) e "Consiglieri per un giorno" (4 giornate di dibattito cui hanno partecipato 11 istituti).

Per quanto riguarda, invece, il gradimento verso le associazioni sociali, è positivo quello legato ai partiti, scelto da ben 406 studenti come prima opzione. Se si considerano, invece, le prime tre scelte, emergono anche le associazioni socio-volontarie (indicate da 670 studenti), mentre sono in calo le scelte per le realtà religiose. Altra novità, la risposta al quesito sul ruolo della politica: secondo il 56,2% dei ragazzi scopo delle istituzioni è la promozione del bene comune. Da segnalare, tuttavia, che permane al 36% la fetta di giovani che mostra sfiducia nelle istituzioni. Alle domande legate alla percezione della legalità, un'elevata percentuale (sopra il 78%) ritiene che la legge vada rispettata e osservata perché nell'interesse della collettività, ma senza obblighi e imposizioni, modalità che non trovano apprezzamento tra i giovani. Se è ben chiaro il concetto di legalità, molta tolleranza è espressa dai ragazzi di fronte ad alcune piccole azioni illecite quotidiane, come ad esempio, non pagare il biglietto sui mezzi pubblici o scaricare musica dal Web.

(segue)