Lombardia, Spi Cgil: perchè prenotare vaccini è così difficile?

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 15 feb. (askanews) - "E' davvero impossibile trovare modalità più semplici e accessibili, almeno per le persone più anziane, che si muovono con difficoltà nel mondo digitale e che spesso abitano in luoghi dove la rete Wi-Fi non esiste o non vi sono parenti in grado di aiutarli?", dichiara Federica Trapletti, segretario Spi Cgil Lombardia in una nota, alludendo ai rallentamenti per aderire attraverso il portale di Regione Lombardia al piano vaccinale per gli over 80. "Perché prenotare una vaccinazione è così difficile? - prosegue la nota - Se lo sono chiesti i tanti anziani che oggi si sono rivolti alle nostre sedi sparse in tutto il territorio lombardo dopo aver tentato di accedere alla piattaforma predisposta da Regione Lombardia. Almeno quelli che hanno tentato, perché molti ultra-ottantenni non ci hanno neanche provato, non essendo in grado o non avendo a disposizione gli strumenti informatici per farlo".

"Speriamo che questa disorganizzazione sia solo dovuta all'avvio della prima fase, necessaria a rendere più funzionale l'organizzazione e che per il proseguo le cose vadano meglio - aggiunge Trapletti - Ci riferiamo a tutti quegli anziani che hanno difficoltà a spostarsi o che addirittura sono costretti a letto: si è detto che interverranno le Usca, la protezione civile, Areu, l'esercito... lo speriamo, perché se lo slogan della regione di lasciare libera scelta alla sanità è questo, meglio tornare ad un sistema univoco ma che risponde immediatamente a tutti non solo a chi ne ha le possibilità economiche".