Lombardia, Strada(Lce): molto bene lavoro su disabilità grave

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 8 giu. (askanews) - La consigliera regionale dei Lombardi Civici Europeisti Elisabetta Strada si è detta "particolarmente soddisfatta" della risposta ricevuta stamani nell'aula del Pirellone dall'assessore della Regione Lombardia Alessandra Locatelli alla propria interrogazione sul tema della disabilità grave. "A dimostrazione della delicatezza e complessità delle normative per la disabilità grave - ha osservato Strada in una nota - l'assessore ha dichiarato in aula che 'è stato istituito a livello di Assessorato un Nucleo Tecnico che si sta occupando di rivedere l'impostazione e la struttura per l'erogazione di queste misure'. Lo considero un risultato importante perché i cittadini con disabilità grave - conclude la Consigliera civica- hanno già una vita estremamente complicata; è doveroso lavorare per rendergliela più semplice".

L'interrogazione riguardava "l'intenzione di rendere più omogenei i parametri per l'applicazione territoriale della norma B2 per la disabilità grave (la misura che prevede una serie di interventi di sostegno e supporto alla persona e alla sua famiglia, per garantire la piena permanenza della persona fragile al proprio domicilio e nel suo contesto di vita) - evitando le complicazioni di percorso e le disomogeneità tra cittadini con disabilità che accadono oggi perché attuati singolarmente dagli ambiti territoriali e dai Comuni con modalità differenti tra loro, impedendo di fatto una parità di trattamento economico e operativo". Altro punto sollevato è "la volontà di innalzare il requisito di accesso della norma B2 - oggi fissata a soli 25.000 euro di Isee sociosanitario".