Lombardia, Terzi: riders sui treni, situazione intollerabile

Red-Asa
·1 minuto per la lettura

Milano, 28 ott. (askanews) - Per l'assessore a Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile della Regione Lombardia, Claudia Maria Terzi, la presenza irregolare delle biciclette dei riders a bordo dei treni locali lombardi genera una "situazione intollerabile". Lo ha scritto in una nota riferendosi a quanto documento dal Corriere della Sera. "Il comportamento dei riders che non rispettano le regole genera seri problemi di sicurezza per i passeggeri e il personale viaggiante. In alcune circostanze, come quelle illustrate dal servizio giornalistico sulla Milano-Mortara, le biciclette vengono accatastate in modo selvaggio in prossimità delle porte e questo costituisce un rischio per l'incolumità dei viaggiatori, per esempio in caso di evacuazione" ha aggiunto. "Viene reso difficoltoso, se non addirittura impossibile, salire o scendere dal convoglio. Per non parlare delle minacce e delle aggressioni che subiscono i capotreno. La chiusura dei ristoranti e l'aumento dei servizi di delivery ha aggravato ulteriormente un fenomeno su cui Trenord ha cercato di intervenire nei mesi scorsi, attirandosi le critiche di certa parte politica impegnata, purtroppo, a difendere chi non rispetta le regole. Si tratta di un problema di ordine pubblico per il quale è necessario un intervento sistematico delle forze dell'ordine" ha concluso.