In Lombardia vendemmia 2020 +20% ma pesano chiusure per Covid

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 17 mar. (askanews) - La Lombardia è la prima regione agricola d'Italia e la seconda in Europa, con un valore della produzione agricola regionale di 7,8 miliardi di euro su 57 miliardi a livello nazionale e quello della trasformazione di 3,6 miliardi di euro sui 31 italiani. In questo quadro i numeri del mondo del vino sono rilevanti, con 5 Docg, 21 Doc e 15 Igt e un export vino che valeva 284 milioni di euro nel 2019. A questi si aggiungono i dati sulla coltivazione della vite che parlano di 2.989 aziende e 21.468 ettari. Ma la pandemia, come ha sottolineato l'assessore regionale all'Agricoltura, Fabio Rolfi, durante un evento online sulla vendemmia 2020 "ha fortemente inciso sul comparto vitivinicolo, per via della chiusura imposta al mondo della ristorazione, uno dei canali principali di sbocco della produzione delle cantine lombarde. Abbiamo infatti un +20% di produzione nell'annata 2020 rispetto a quella 2019 con la difficoltà a trovare sbocchi sul mercato a questa produzione che, peraltro, è di elevata qualità".

Per promuovere i vini lombardi nelle carte dei ristoranti nei prossimi mesi verrà riproposta la misura #iobevolombardo con la distribuzione di voucher. "Con questa misura sosteniamo sia le cantine che i ristoratori - ha spiegato Rolfi - Stiamo incentivando l'export perché è necessario essere pronti a penetrare nuovi mercati esteri difendo i nostri prodotti da agropirateria e italian sounding".