Lombardia, via libera al contratto di fornitura di 31 treni nuovi

red-fcz

Milano, 9 nov. (askanews) - Via libera anche all'ultima gara per la fornitura dei 176 nuovi treni acquistati dalla Regione Lombardia con un investimento di 1,6 miliardi di euro. Il Tar ha infatti respinto il ricorso del produttore di treni Caf contro l'esclusione dalla gara per la fornitura di 31 convogli di media capacità. Dopo il deposito dell'ordinanza disposta dai giudici amministrativi, la prossima settimana si procederà alla formale aggiudicazione della gara ad Alstom, poi avverrà la sottoscrizione da parte di Fnm dell'accordo quadro e da parte di Ferrovienord del primo contratto applicativo.

"Una buona notizia - commenta l'assessore regionale alle Infrastrutture e Trasporti, Claudia Maria Terzi -, anche quest'ultimo ostacolo è stato superato. In tempi rapidi siamo riusciti a deliberare gli investimenti per i nuovi treni e a mettere in pista, con successo, tutto l'iter per completare le forniture".

La gara per i 31 treni a media capacità si affianca alle altre due già concluse per la fornitura di 100 treni ad alta capacità e di 30 treni ibridi diesel-elettrici. A questi si aggiungono altri 15 treni nuovi (5 ad alta e 10 a media capacità) acquistati sempre dalla Regione subentrando a un contratto di Trenitalia: treni che entreranno in servizio nella prima parte del 2020, i primi due già a gennaio.