In Lombardia via libera alla somministrazione pasti in agri... -2-

Red-Asa
·1 minuto per la lettura

Milano, 29 lug. (askanews) - "Il settore degli agriturismi - ha commentato l'assessore all'Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi della Regione Lombardia, Fabio Rolfi - è tra i più colpiti dagli effetti economici del Covid19. Ne sto visitando a decine in queste settimane e tutti i gestori chiedono sostegno economico e semplificazioni burocratiche. Per questo la Regione Lombardia ha deciso di intervenire in maniera concreta e decisa. Nei giorni di venerdì, sabato e domenica sarà quindi consentito oltrepassare la soglia massima di pasti giornalieri, fermo restando ovviamente il numero massimo annuo previsto dal certificato di connessione". "È un intervento particolarmente rilevante e richiesto dagli operatori che consente di sfruttare i giorni di maggiore affluenza compensando le mancate entrate che si riscontrano durante la settimana. Chi ha spazi adeguati e ha chiuso l'attività durante il lockdown potrà anche dare ospitalità a un numero di persone superiore a quello indicato dal certificato" ha aggiunto Rolfi. Gli agriturismi lombardi, ha concluso, sono "luoghi dove ottimo cibo e relax - ha concluso Rolfi - si coniugano con la riscoperta del territorio. Abbiamo in programma per i prossimi mesi anche interventi economici dedicati al settore. Continueremo a sostenere le 1.700 strutture della nostra regione. Gli agriturismi sono dei veri e propri ambasciatori dell'agroalimentare e dei sapori lombardi".