Lombardia, via libera a legge su programmazione negoziata

Red-Mch

Milano, 19 nov. (askanews) - Via libera dal Consiglio Regionale alla nuova normativa sulla Programmazione negoziata. Lo comunica una nota del gruppo consigliare della Lega al Pirellone. "E' una legge molto attesa dai nostri territori, si tratta di uno strumento efficace sia per rispondere alle richieste degli Enti locali che per dare attuazione alle linee guida relative alla programmazione negoziata di Regione Lombardia", ha detto il relatore della legge, Antonello Formenti (Lega).

"La normativa - ha spiegato il consigliere Formenti - rappresenta un salto di qualità rispetto al passato, poiché consente procedure diversificate a seconda delle esigenze specifiche delle singole realtà".

Da una parte "si potrà contare sugli Arest (Accordo di Rilancio Economico, Sociale e Territoriale), uno strumento di più ampio respiro capace di coinvolgere attori pubblici e privati, e dall'altra sugli ALS (Accordo Locale Semplificato), strumenti meno burocratici, con procedure semplificate, con l'obiettivo di fornire soluzioni migliori e in tempi brevi".

Formenti ha voluto "rimarcare l'importanza di accompagnare tutte le procedure con la certezza delle risorse disponibili. Nel passato abbiamo assistito ad accordi di programma che hanno visto la sottoscrizione ma non la loro realizzazione proprio per la mancanza di fondi, una pratica che occorre evitare anche per non generare false aspettative".