Lombardia, via a test tracciabilità carne e latte con blockchain

Red-Asa

Milano, 9 dic. (askanews) - La Regione Lombardia avvia l'applicazione in forma sperimentale della tecnologia blockchain per la tracciabilità e i controlli, a tutela dei consumatori, sulle filiere delle carni bovine e dei prodotti lattiero caseari. Lo prevede un Protocollo d'Intesa che coinvolgerà la filiera costituita dal Consorzio Lombardo Produttori Carne Bovina, in collaborazione con l'Ats della Val Padana, e la filiera costituita dalla Latteria Sociale Valtellina Società Cooperativa Agricola, in collaborazione con l'Ats della Montagna.

Il test verrà presentato domani presso il Centro Savoldi Carni a Lonato del Garda (Brescia) dal vicepresidente della Regione Fabrizio Sala e dall'assessore regionale all'Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi Fabio Rolfi.

La tecnologia blockchain, per la prima volta in Italia, consentirà ai consumatori di avere accesso a tutti i dettagli della filiera, compresi gli spostamenti di ogni singolo capo o lotto e i controlli sanitari previsti dalla normativa vigente per i prodotti di origine animale. La tecnologia svolgerà così un ruolo fondamentale a tutela del 'made in Italy' contro frodi e contraffazioni. Dopo la firma del Protocollo verrà effettuato un test di tracciabilità dei prodotti tramite blockchain, scannerizzando il QR Code riportato sulle confezioni.