London Bridge: passanti divenuti eroi dopo aver placcato attentatore

Ihr

Roma, 30 nov. (askanews) - Armati di un estintore e di un'ascia per alcuni, sono riusciti a placcarlo facendolo cadere a terra, prima di tirare fuori uno dei suoi due coltelli.

Senza di loro, il bilancio dell'attacco sarebbe probabilmente stato più pesante. Armati di un estintore e di una difesa narvale, molti passanti sono riusciti ad avere la meglio sull'aggressore del London Bridge ieri, pochi istanti prima dell'intervento della polizia. Due persone sono purtropppo comunque rimaste uccise.

Sono quasi le 14 di venerdì, quando il 28enne Usman Khan accoltella passanti a caso sul London Bridge, un punto di riferimento turistico nella capitale britannica. Due di loro soccomberanno alle ferite. Sulle immagini trasmesse sui social network, si vedono per la prima volta tre uomini inseguire il sospetto, ancora armato dei due coltelli. Uno di loro usa un estintore per destabilizzarlo, mentre un altro lo respinge con una ascia, precedentemente sganciata da una delle pareti della Fishmonger's Hall, la pescheria nelle vicinanze. Secondo la polizia metropolitana di Londra, l'attacco sarebbe effettivamente iniziato in questo edificio dove si è tenuto un evento chiamato "Impara insieme", a cui ha partecipato l'attentatore. (Segue)