Londra, 24enne si sporge dal treno e muore: risarcimento di un milione

Simon Brown

Simon Brown aveva perso la vita il 7 agosto 2016 perché, sportosi dal finestrino del treno che viaggiava verso la parte sud di Londra, aveva battuto la testa contro un segnale ferroviario. Aveva 24 anni il giovane a bordo di quel treno Gatwick Express che, a seguito dell’accaduto, non aveva potuto fare altro che confessare e ammettere la propria colpevolezza. E’ stato ad oggi confermato per il ragazzo un risarcimento di un milione di euro: l’impresa ferroviaria Govia Thameslink Railway nei fatti è stata multata per un totale complessivo di un milione di sterline.

La sera del 7 agosto 2016 il ragazzo si era sporto dal finestrino del treno che viaggiava ad una velocità di circa 90 km/h in direzione della stazione di Wandsworth Common, nell’area sud di Londra. L’impatto con quel segnale ferroviario è stato fatale per il giovane ragazzo di 24 anni che è morto a seguito del forte impatto. Il risarcimento ammonta a un milione e centomila euro in totale. L’azienda ferroviaria era stata prontamente denunciata.

La ditta aveva violato le normative sulla salute e sulla sicurezza dei propri passeggeri. A distanza di circa tre anni finalmente il giovane Simon Brown può ricevere giustizia. L’azienda ferroviaria Govia Thameslink Railway aveva tuttavia ammesso sin da subito la propria colpevolezza senza opposizioni e senza troppi giri di parole. L’azienda è stata multata e dovrà versare un importo pari a un milione di sterline.