Londra, data center di Google non regge al troppo caldo

(Adnkronos) - Un data center di Google Cloud ha avuto dei malfunzionamenti a causa del caldo record che ha colpito Londra martedì. Lo status ha indicato "problemi di raffreddamento" come motivo del blackout, che pare abbia interessato un numero ridotto di utenti. Il problema ha riguardato solo uno dei tre data center londinesi di Google Cloud, ma ne hanno risentito ad esempio la banca Atom Bank e anche Oracle Cloud ha dovuto mettere in manutenzione i propri record a causa del caldo. Il Regno Unito sta sperimentando in questi giorni una delle estati più calde della sua storia, con il termometro che ha raggiunto i 40 gradi. I portavoce di Google non hanno commentato direttamente l'accaduto, ma hanno assicurato che per il futuro faranno tutto il possibile per evitare situazioni del genere.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli