Londra, il selfie davanti al Parlamento dopo l’attacco

La foto del selfie dopo l’attentato (Twitter)

Londra è nel caos, sono i momenti immediatamente successivi all’attentato, di fronte al Parlamento britannico. Un uomo si scatta un selfie e sui social scatta il linciaggio mediatico. Sembra incurante del via vai di ambulanze e dei feriti ancora a terra. L’unica cosa che sembra interessare a questo uomo, che indossa un paio di occhiali scuri, è immortalare il momento, con tanto di selfiestick.

Di fronte a Westminster un uomo, a bordo di un fuoristrada, si è schiantato contro la cancellata, facendo strage di passanti e uccidendo anche un poliziotto. Si è già radunata una folla di giornalisti e curiosi. Ad accorgersi dello scatto “inopportuno” – come racconta Metro – sono stati i telespettatori della Bbc che hanno subito denunciato il gesto, postando l’immagine su Twitter. La foto ritrae un uomo adulto che indossa un paio di occhiali da sole e impugna un selfiestick, intento a scattare una foto, mentre la capitale britannica è stata colpita. Centinaia di persone hanno ritwittato indignate.

Nella foto l’attentatore di Londra viene bloccato dalla Polizia (Stefan Rousseau/PA via AP).

“E’ incredibile che qualcuno possa aver pensato di fare una cosa simile”, è uno dei tanti commenti su Twitter. “Alcune persone sono disgustose” e ancora “In alcune persone c’è qualcosa di sbagliato, sono senza cervello!”. Purtroppo episodi simili non sono una novità, a fronte di attentati o eventi tragici. Basta guardare gli scatti davanti alla stele che ricorda le vittime del museo del Bardo o alla miriade di selfie scattati davanti al relitto dalla Costa Concordia.   

Il premier britannico, Theresa May

Nell’attentato di Londra quattro persone sono morte e quaranta sono rimaste ferite, Scotland Yard parla di un “attacco terroristico”. Tra le quattro vittime una donna, un poliziotto e l’autore dell’attacco. “Non abbiamo paura e non ci facciamo intimorire”, ha detto la premier, Theresa May, parlando davanti ai deputati riuniti a Westminster, questa mattina. “Lo dico qui”, ha aggiunto, “nel più antico Parlamento del mondo perché sappiamo che la democrazia e i valori che rappresenta prevarranno sempre”. May ha confermato che l’attacco “è sicuramente di matrice islamica e ispirato da ideologia islamica” e che è stato condotto “da una sola persona”.

Nella notte la polizia ha effettuato raid a Birmingham e in altre zone, otto persone sono state arrestate. L’ipotesi più accreditata è che l’uomo responsabile dell’attacco sia in qualche modo conosciuto agli 007 britannici ma che possa trattarsi un un soggetto dal basso profilo.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità