Londra in lockdown, "virus era fuori controllo"

webinfo@adnkronos.com
·2 minuto per la lettura

Le nuove misure restrittive annunciate per Londra e l'Inghilterra ieri da Boris Johnson rimarranno "per un paio di mesi" perché ora sono quanto mai necessarie per "controllare la diffusione della nuova variante" di coronavirus che "era fuori controllo". Lo ha detto oggi in un'intervista a Sky il ministro della Sanità Matt Hancock ribadendo che "sappiamo che questa nuova variante può essere contagiosa più facilmente anche da una piccola quantità di virus".

Ribadendo la necessità di rispettare nel modo più stretto le misure adottate, il ministro britannico ha spiegato che "ne abbiamo più bisogno per controllare la diffusione della nuova variante di quando ne avessimo bisogno per controllare la vecchia. Questo è un problema fondamentale".

"Lo sappiamo perché a novembre in quelle aree dove questa variante è iniziata, in Kent, i casi hanno continuato ad aumentare mentre nel resto del base il lockdown di novembre ha funzionato in modo molto efficace", ha detto ancora.

"Questa è una sfida enorme fino a quando avremo distribuito il vaccino per proteggere le persone, questo è quello che dovremo affrontare nel prossimo paio di mesi", ha concluso Hancock ammettendo che sarà "molto difficile" mantenere nuova variante - "che può essere il 70% più trasmissibile della vecchia" - sotto controllo fino a quando il vaccino sarà efficace.

"L'annuncio dell'ultimo minuto è un duro colpo per le famiglie che aspettavano di passare del tempo insieme, per le attività che speravano in qualche giorno decente ed in particolare per il commercio per l'anno orribile che hanno avuto". Così il sindaco di Londra, Sadiq Khan, che ha definito "devastanti" gli effetti del lockdown duro annunciato da Boris Johnson, con un repentino cambio rispetto a quanto previsto in precedenza.

"Sono i continui cambiamenti che provocano così tanta angoscia, tristezza e rabbia che temo che sia molto difficile per le persone come me chiedere alla gente di continuare ad ascoltarci se continuiamo a cambiare idea", ha aggiunto il sindaco laburista.