Long Covid: tutte le manifestazioni cliniche, secondo l'Iss

·1 minuto per la lettura

Nel rapporto “Indicazioni ad interim sui principi di gestione del Long-Covid”, l'Istituto superiore di Sanità ha fatto il punto su tutte le manifestazioni cliniche del Long Covid, malessere che persiste anche una volta risultati negativi al coronavirus e che può durare anche fino a un anno dalla guarigione. 

“A distanza di oltre un anno dall’inizio della pandemia da Sars-CoV-2 - si legge nel report - un numero importante di persone colpite da COVID-19 presenta manifestazioni cliniche che non si esauriscono nelle prime settimane della fase acuta sintomatica, ma possono prolungarsi precludendo un pieno ritorno al precedente stato di salute”. Motivo per cui, spiega l'Iss, la condizione di Long Covid ha reso necessaria la creazione di percorsi locali di diagnosi e assistenza basati su un approccio multidisciplinare. 

VIDEO - Hai avuto il Covid? Ecco gli esami che puoi fare gratis per due anni

Ecco cosa si è scoperto:

  • Innanzitutto, il Long Covid può riguardare soggetti di qualunque età e con varia gravità della fase acuta di malattia.

  • Le manifestazioni sono state divise in due categorie: manifestazioni generali e manifestazioni organo-specifiche. 

  • Per quanto riguarda le manifestazioni generale, l’Iss rileva fatica persistente/astenia, stanchezza eccessiva, febbre, debolezza muscolare, dolori diffusi, mialgie, artralgie, peggioramento dello stato di salute percepito, anoressia, riduzione dell’appetito, sarcopenia.

  • Quanto alle manifestazioni organo-specifiche, si evidenziano problemi polmonari come dispnea, affanno e tosse persistente, disturbi cardiovascolari, neurologici, gastrointestinali, psichiatrici. 

VIDEO - Covid, gli effetti a distanza di mesi

undefined

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli