Long Island, colpi d’arma da fuoco in un supermercato locale

·2 minuto per la lettura
Polizia
Polizia

In un supermercato di Long Island, isola della costa orientale degli Stati Uniti d’America situata nello Stato di New York, è stata segnalata una sparatoria che ha provocato un morto e due feriti e ha terrorizzato tutti coloro che erano presenti all’interno dello stabile.

LEGGI ANCHE: Usa, vaccino Covid a tutti gli adulti da oggi: l’annuncio del presidente Biden

New York, sparatoria in un supermercato di Long Island

La notizia della sparatoria avvenuta in un supermercato di Long Island, a New York, è stata diramata dalla Cnn, nella giornata di martedì 20 aprile. A questo proposito, sulla base delle informazioni rilasciate in seguito al drammatico evento dalle forze dell’ordine, i media americani hanno dichiarato che l’artefice dell’atroce gesto è stato identificato come un dipendente del posto di 30 anni, rispondente al nome di Gabriel DeWitt Wilson.

In relazione alle testimonianze fornite dai clienti presenti nel negozio alla polizia, Gabriel DeWitt Wilson ha varcato la soglia dell’edificio, all’interno del quale vi erano circa 200 persone. Una volta essersi introdotto all’interno dell’attività commerciale, poi, si è diretto in modo spedito verso l’ufficio del manager, posto al piano superiore del supermercato. A questo punto, l’uomo ha iniziato a far esplodere colpi di arma da fuoco che hanno spaventato clienti e impiegati e che hanno ferito due persone e ucciso un dipendente di 49 anni.

Dopo l’aggressione, il 30enne si è dato alla fuga e risulta attualmente ricercato dalle forze dell’ordine che hanno diffuso una sua foto, invitando i cittadini a contattare immediatamente il 911 in caso di avvistamento. Intanto, le autorità hanno disposto la sospensione delle attività didattiche nelle scuole dislocate in prossimità del supermercato e hanno chiesto ai residenti di restare al riparo.