Longines Global Champions Tour: Roma capitale mondiale equitazione

Ssa

Roma, 2 set. (askanews) - Le stelle del jumping mondiale tornano nell'ineguagliabile palcoscenico del Foro Italico di Roma. Da giovedì 5 a domenica 8 settembre allo Stadio dei Marmi "Pietro Mennea" salirà il sipario sul Longines Global Champions Tour, il più prestigioso circuito di salto ostacoli con le migliori amazzoni e i migliori cavalieri del panorama mondiale. La 'Formula 1 dell'equitazione' approderà nella Capitale per il quinto anno consecutivo con la sedicesima tappa stagionale e le sue due competizioni regine, la gara individuale del Longines Global Champions Tour e la competizione a squadre della Global Champions League. Sale l'attesa per un'edizione che vedrà anche quest'anno la partecipazione dei migliori binomi del pianeta con un montepremi in palio di 850mila euro, dei quali 300mila solo per il Gran Premio del Longines Global Champions Tour.

L'Italia sarà rappresentata da sei elementi, cinque cavalieri e un'amazzone: per il prestigioso CSI5* vedremo scendere in campo il Caporal Maggiore Alberto Zorzi ed il carabiniere scelto Emanuele Gaudiano, quest'ultimo entrato di diritto per la sua posizione nel Longines FEI Ranking, completeranno la comitiva azzurra il 1° aviere Capo Luca Marziani, il 1° aviere scelto Giulia Martinengo Marquet, Roberto Turchetto e Matias Alvaro.

Spettacolo assicurato anche quest'anno con ingresso gratuito per migliaia di appassionati del genere e non solo, che potranno vivere quattro giorni di grande equitazione in una cornice scenografica senza eguali, con numerose iniziative collaterali, spettacoli ed eventi serali che impreziosiranno l'evento tra il campo gara, le tribune e il villaggio allestito nell'impianto del Foro Italico. Tante le iniziative riservate ai giovani, tra le quali spicca la Future Champions Lounge, un'area esclusiva dove giovani cavalieri e piccoli appassionati potranno incontrare i loro beniamini, vivere da vicino la preparazione in campo prova e assistere a tutte le gare dei migliori binomi del mondo. Il progetto, ideato dalla coordinatrice italiana dell'evento Eleonora di Giuseppe, vedrà il cavaliere italiano plurimedagliato Filippo Bologni in veste di testimonial d'eccezione.

Il Longines Global Champions Tour, circuito internazionale d'eccellenza ideato nel 2006 dal campione olimpico olandese Jan Tops, ha trasformato radicalmente il panorama agonistico e organizzativo del salto ostacoli mondiale. Il suo format innovativo, gli altissimi standard qualitativi, i montepremi più ricchi e lo svolgimento nelle più suggestive e ricercate location del pianeta gli hanno favorito un successo ed un'espansione senza precedenti nella storia degli sport equestri.

Giunto alla sua quattordicesima edizione, quest'anno il Longines Global Champions Tour si sviluppa su un calendario di 19 appuntamenti complessivi, distribuiti in 14 Paesi e 3 continenti, arricchito dalle due nuove tappe di Stoccolma e New York. Il montepremi in palio per la stagione 2019 è pari a 35 milioni di euro complessivi tra Longines Global Champions Tour e Global Champions League. La tappa capitolina è la sedicesima della stagione, Roma raccoglierà il percorso sportivo iniziato a Doha e proseguito a Città del Messico, Miami Beach, Shangai, Madrid, Amburgo, Cannes, Stoccolma, Cascais Estoril, Monaco, Parigi, Chantilly, Berlino, Londra e Valkenswaard. A seguire, la Capitale passerà il testimone alle tappe di Ramatuelle-Saint Tropez (12-14 settembre) e New York (27-29 settembre). L'appuntamento nella Grande Mela, nella cornice di Governors Island, al cospetto della Statua della Libertà, incoronerà il vincitore del circuito Longines Global Champions Tour 2019 e segnerà la conclusione della Regular Season della Global Champions League.

La stagione culminerà con l'ultimo atto dei Playoff di Praga (21-24 novembre): primo appuntamento indoor nella storia del circuito introdotto lo scorso anno, un montepremi record da ben 12 milioni di euro (la cifra più alta mai messa in palio per un evento nella disciplina del salto ostacoli), vedrà sfidarsi nel Super Grand Prix LGCT i vincitori individuali di tutti i gran premi della stagione 2019 (1,25 milioni di euro) e nella Supercoppa Global Champions League le 16 squadre in gara (10,1 milioni di euro di cui 3 milioni alla squadra vincitrice).