Lopalco: "No a tampone per vaccinati, messaggio sbagliato"

·1 minuto per la lettura

Tampone anche per i vaccinati per contrastare la variante Omicron? "Fra tutte le misure possibili sinceramente quella che escluderei è l’idea di obbligare a fare un tampone le persone che hanno fatto due o tre dosi di vaccino perché questo andrebbe anche come messaggio 'pedagogico' nei confronti dei cittadini a cui abbiamo detto finora 'vaccinatevi perché la vaccinazione ci può permettere ampi gradi di libertà'. Dire ora 'nonostante la vaccinazione prima di andare al cinema devi fare un tampone', fa venire meno un principio finora sostenuto con forza". Lo ha detto l'epidemiologo Pier Luigi Lopalco, docente di igiene all’Università del Salento, intervenendo ai microfoni di 'Che giorno è' su Rai Radio 1 sulle eventuali, nuove, misure allo studio per arginare la quarta ondata e la diffusione della variante Omicron.

"Noi dobbiamo fare i conti con questa nuova variante, direi che - ha affermato Lopalco - è inutile anche aspettare i dati perché dobbiamo dare per scontato che a gennaio la variante Omicron sarà, se non esclusiva, comunque ampiamente dominante sul nostro territorio come è già avvenuto nel resto d’Europa".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli