Lopalco: "In Puglia altissima diffusione della variante inglese"

·1 minuto per la lettura
Lopalco scuole dad
Lopalco scuole dad

L’infettivologo e assessore pugliese Pier Luigi Lopalco si è espresso sulla riapertura delle scuole anche in zona rossa sostenendo che i genitori debbano essere liberi di scegliere la DAD per i propri figli: “Ci sono anora troppi asintomatici tra i giovani“.

Lopalco: “Genitori liberi di scegliere DAD”

A tal proposito la Puglia ha emanato un’ordinanza per obbligare le scuole primarie a offrire la didattica da remoto alle famiglie che lo chiedono: “Qui la variante inglese circola a grandissima velocità, abbiamo fra il 20 e il 30% di contagi giornalieri in più rispetto a ottobre e novembre e il 93% derivano dalla variante“. In autunno, ha aggiunto, si è avuto un picco altissimo ma la diffusione di questi ultimi giorni è di un livello altrettanto pericoloso.

Quanto alle scuole, ha evidenziato come prima del vaccino gli operatori scolastici si contagiavano più di altre categorie perché entravano in contatto con molti ragazzi asintomatici. Dato che i bambini non possono essere vaccinati il problema persiste. Pertanto, dato che il virus continua a circolare, è importante offrire una tutela alle famiglie che vorranno usufruire della didattica a distanza e contemporaneamente cercare di frenare la diffusione dell’infezione.

Lopalco è poi intervenuto sull’andamento della campagna vaccinale italiana dando un giudizio tutto sommato positivo. Osservando la percentuale dei vaccinati a livello internazionale si nota infatti che l’Italia ha somministrato un piccolo ma significativo numero di dosi in più di Francia e Germania: “Mi pare difficile parlare di fallimento“. Gli intoppi a livello regionale ci sono stati, ha concluso, ma il sistema nel suo complesso ha reagito e “anche i sistemi sanitari meridionali fra mille limiti hanno risposto“.