Lopane: arrivo di Costa Crociere conferma l’attrattività di Taranto

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 28 ott. (askanews) - La compagnia Costa Crociere sceglie di investire a Taranto confermando la crescita turistica della città e l'attrattività del suo porto: in programma 19 scali per l'estate 2023 e ulteriori arrivi/partenze per il 2024. Sabato 3 giugno sarà varata l'accoglienza per il gruppo crocieristico. L'annuncio del nuovo scalo è stato dato oggi, nel corso di una conferenza stampa organizzata nel Palazzo di Città di Taranto, alla quale hanno preso parte, tra gli altri, l'assessore al Turismo della Regione Puglia, Gianfranco Lopane, il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, il Presidente dell'Autorità di sistema portuale del Mar Ionio, Sergio Prete, e il direttore generale di Costa Crociere, Mario Zanetti.

Un nuovo traguardo per lo scalo tarantino, recentemente riconosciuto come miglior destinazione per le navi da crociera del 2021, assegnato a Malaga durante il «Seatrade Cruise Med» di Malaga, il principale evento del settore crocieristico del Mediterraneo. Lo scalo è una delle tappe dell'itinerario per le isole greche, insieme a Catania, La Valletta (Malta), Mykonos (Grecia), Santorini (Grecia).

Nella conferenza di questa mattina, l'assessore regionale al Turismo, Gianfranco Lopane, ha annunciato una nuova e importante misura della Regione Puglia: "Seguiamo molto da vicino la crocieristica e il turismo nautico e continueremo a lavorare accanto al Comune di Taranto per la crescita del settore - dichiara l'Assessore -. Per questo, oggi, annunciamo una misura importante per favorire il turismo marittimo: nei prossimi giorni pubblicheremo un avviso per finanziare le iniziative di comunicazione e promozione a sostegno del brand Puglia da parte delle compagnie crocieristiche e dei tour operator che organizzano catene charter nella nautica da diporto. Saranno stanziati in via sperimentale 400 mila euro per le attività che si svolgeranno nel 2023. La letteratura ci dice che sei crocieristi su dieci confermano di voler tornare nella città dove approdano, con ricadute importanti nell'economia dei territori. I dati acquisiti dall'Osservatorio di Pugliapromozione rivelano che i turisti giunti via mare in Puglia, principalmente mediante navi da crociera, per il 90% non hanno mai visto la nostra regione, che vi giungono per la prima volta via mare e visitano le principali località turistiche durante la sosta dell'imbarcazione".

"Con l'avviso, dunque, - conclude Lopane - le crociere e la nautica diventano per la destinazione Puglia e per Taranto, una vetrina, un'occasione di visibilità e di incentivazione per il viaggiatore a ripetere l'esperienza per più giorni e tornare nei nostri territori".