L'operazione di convincimento dei no vax della Virtus Entella

·2 minuto per la lettura
vaccino virtus
vaccino virtus

Per “catturare” anche i più restii, sono tante le operazioni di convincimento alla vaccinazione contro il Covid-19, spesso molto originali. Dopo il vaccino con gelato in Piemonte, in Liguria biglietto gratis per assistere a una partita di calcio a chi si vaccinerà.

La campagna della Virtus Entella

“Se ti fai il vaccino ti porto a vedere la partita”: ci avrà provato qualche papà con il figlio, e magari ha pure funzionato. È questa l’idea dalla base dell’operazione di convincimento che parte dalla squadra di calcio Virtus Entella, in collaborazione con Regione Liguria e Asl4. La squadra di calcio ligure si schiera dalla parte del vaccino e decide di regalare un biglietto per assistere ad una delle prime gare casalinghe della stagione ai ragazzi che si vaccineranno. Il progetto, in partenza il 19 agosto, si svolgerà al Gulliver 4 Teens, l’ambulatorio mobile che si troverà lungo la costa genovese e toccherà varie città: da Moneglia, giovedì 19 agosto, arriverà il 28 agosto a Zoagli.

La Virtus Entella regalerà un biglietto a chi si vaccina

Ai ragazzi che si vaccineranno verrà consegnato un tagliando per assistere alla prima gara di campionato dell’Entella contro il Teramo. Per questioni relative alle restrizioni anti Covid, coloro che effettueranno la seconda dose -e di conseguenza possiederanno il green pass– potranno assistere alla prima gara contro il Teramo. Per i ragazzi che invece, nel corso di questa campagna vaccinale di promozione, riceveranno la prima dose sarà rilasciato un voucher per assistere, quando possiederanno il green pass, a una delle gare in casa della squadra.

Virtus Entella, una partita da vincere contro il virus

“Stiamo completando l’ultimo miglio, quello fondamentale per mettere in sicurezza i ragazzi in vista della riapertura delle scuole -ha commentato il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti-. È importante che i giovani capiscano quanto la vaccinazione sia importante per riappropriarsi del futuro, non solo quello scolastico. Lo sport e la socialità devono essere parte integrante della vita di ogni giovane e questo è il momento di riprendersi la propria libertà”. Anche dal presidente del club Antonio Gozzi arrivano parole di incoraggiamento: “Si tratta di un piccolo contributo che ci consente anche di rendere ancora più forte la collaborazione con la Asl 4 che ci ha permesso di vaccinare l’intero gruppo della prima squadra -ha detto-. Dobbiamo avere fiducia nella scienza che ci dice come la scelta del vaccino in questo momento sia quella più opportuna per la nostra salute e per quella degli altri”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli