L'operazione militare che ha portato ad Al Baghdadi

I testimoni sul posto, nei pressi del villaggio di Barisha, nel Nord-Ovest della Siria, parlano di "almeno quattro elicotteri intervenuti nel raid contro il covo dell'ex califfo del sedicente Stato islamico, Abu Bakr al Baghdadi. Sky News arab, che cita media iracheni, scrive di un'operazione con otto elicotteri, durata un'ora e mezza e preceduta da un imponente lavoro d'intelligence della Cia. Seguendo il modello già collaudato e attuato dai Navy seal, l'elite delle forze speciali Usa, nel blitz nel compound di Osama Bin Laden, il 2 maggio 2011, fuori dalla capitale pakistana Islamabad.

La tv irachena riporta che anche l'intelligence di Baghdad "ha contribuito a individuare la posizione dell'ex califfo" e che nell'operazione, compiuta all'una di notte, sono stati uccisi anche otto suoi collaboratori. "Dopo mezzanotte abbiamo sentito piu' elicotteri e aerei da guerra volare nel cielo", ha raccontato un testimone locale alla Cnn.

"Ho visto quattro elicotteri ma ce n'erano altri, era molto buio e non saprei dire esattamente quanti fossero. Ho sentito gli spari di mitragliatrici pesanti molto lontane, le esplosioni sono durate per circa un'ora e da casa mia non riuscivo a capire se ci fosse o meno un raid", ha aggiunto il testimone che vive a Sarmada, nel Nord della provincia di Idlib, a circa 5 chilometri da Barisha. Gli arrivisti siriani hanno diffuso alcuni video che mostrano gli elicotteri in volo ma finora e' difficile confermarne l'affidabilità. La tv irachena ha annunciato che trasmetterà delle immagini del raid.