L'opinione del Vaticano sulla sentenza anti aborto Usa

Mons. Vincenzo Paglia
Mons. Vincenzo Paglia

Non poteva mancare l’opinione degli esponenti del Vaticano sull’abolizione del diritto all’aborto negli USA. A parlare per il piccolo ma potente Stato è il Mons. Vincenzo Paglia, presidente della Pontificia Accademia per la Vita.

Il Mons. Paglia sull’abolizione del diritto all’aborto negli USA

Mons. Paglia ha dichiarato in una nota riportata dall’Adnkronos che “di fronte alla società occidentale che sta perdendo la passione per la vita, questo atto è un forte invito a riflettere insieme sul tema serio e urgente della generatività umana e delle condizioni che la rendono possibile; scegliendo la vita, è in gioco la nostra responsabilità per il futuro dell’umanità”.

La Pontifica Accademia per la Vita appoggia i Vescovi statunitensi

Congiuntamente con i Vescovi statunitensi, dopo la sentenza della Corte Suprema degli USA, anche la Pontificia Accademia per la Vita sostiene che “il parere della Corte mostra come la questione dell’aborto continui a suscitare un acceso dibattito. Il fatto che un grande Paese con una lunga tradizione democratica abbia cambiato posizione su questo tema sfida anche il mondo intero. Non è giusto che il problema venga accantonato senza un’adeguata considerazione complessiva”.

Pontifica Accademia per la Vita: “Importante riaprire un dibattito non ideologico”

Al di là di qualsiasi retorica politica ed idologica, la Pontificia Accademia per la Vita parla di protezione e tutela dela vita umana che “non è una questione che può rimanere confinata all’esercizio dei diritti individuali, ma è una questione di ampio significato sociale. Dopo 50 anni, è importante riaprire un dibattito non ideologico sul posto che la tutela della vita ha in una società civile per chiederci che tipo di convivenza e società vogliamo costruire“.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli