L'ordinanza del sindaco di Benevento

Rubinetto
Rubinetto

Il sindaco di Benevento ha emanato un’ordinanza per fermare temporaneamente l’utilizzo dell’acqua potabile a causa della presenza di tetracloroetilene. La decisione dopo una comunicazione della Asl.

Stop all’acqua potabile a Benevento per la presenza di tetracloroetilene

A Benevento è scattato lo stop temporaneo all’utilizzo di acqua potabile per la presenza di quantità eccessive di tetracloroetilene nelle forniture idriche. A stabilirlo un’ordinanza firmata in serata dal sindaco Clemente Mastella. La sostanza, che è nociva, è presente in quantità superiori alle norme nei pozzi di Pezzapiana, che riforniscono gran parte della città. Da qui la decisione di vietare l’uso dell’acqua potabile ai cittadini di varie zone. Il divieto riguarda i rioni Libertà, Ferrovia, Triggio, Santa Maria degli Angeli e Ponticelli, ma anche il Centro Storico, Corso Garibaldi, le varie traverse fino a piazza Guerrazzi, le contrade di San Vito, Pezzapiana, San Marco, San Chririco, Acquafredda, Ripamorta, Ripazecca, Torre Alfieri, Ciancelle, Serretelle, Gran Potenza, Madonna della Salute, Montecalvo, e le zone di Epitaffio, Monte Pino e via Castelpoto.

La decisione dopo la comunicazione dell’Asl

L’adozione del provvedimento si è resa necessaria a seguito di una comunicazione dell’Asl di Benevento, trasmessa all’amministrazione in serata, che ha rilevato valori oltre la soglia di legge in relazione alla presenza di tetracloroetilene nei pozzi di Pezzapiana” si legge in una nota del Comune di Benevento. “Il sindaco ha demandato alla Gesesa di adottare ogni strumento per garantire alle zone della città interessate dall’ordinanza la disponibilità della risorsa idrica per uso potabile” si legge ancora. La società Gesesa ha precisato che “la centrale di Pezzapiana è stata spenta, nell’ambito delle quotidiane manovre di routine, stamattina alle ore 11.00 e sarà riattivata alle ore 21.30. Nella giornata di domani saranno posizionate delle autobotti di acqua ad uso potabile. Con successivi comunicati saranno indicati i siti di stazionamento“.