L'ordinanza e le specifiche Anas per rispettarla pena sanzioni modulate sul tipo di strada

Ecco quando cambiare le gomme invernali
Ecco quando cambiare le gomme invernali

Pneumatici invernali e catene da neve: scatta l’obbligo ed ecco quali sanzioni si rischiano dopo l’ordinanza in vigore dal 15 novembre e le specifiche dell’Anas per rispettarla pena sanzioni modulate sul tipo di strada. L’obbligo di catene a bordo o pneumatici invernali sta dunque per tornare e la data cruciale di decorrenza è quella del prossimo 15 novembre.

Pneumatici invernali e catene da neve

L’obbligo in questione sarà vigente fino al 15 aprile 2023 e a ricordarlo è l’Anas. Dove avrà validità l’obbligo? Su tutte le strade statali e raccordi autostradali. Sono esenti dallo stesso ciclomotori e motocicli che invece potranno circolare “solo in assenza di precipitazioni nevose in atto e in assenza di neve o ghiaccio su strada”. Anas spiega inoltre che l’ordinanza in questione “è stata emanata in attuazione delle norme del Codice della Strada. L’obbligo è indicato su strada tramite apposita segnaletica verticale e ha validità anche al di fuori dei periodi indicati, in caso di precipitazioni nevose o formazione di ghiaccio”.

Fino a 400 euro di multa e fermo veicolo

E le multe? Possono essere salate e in alcuni casi sfiorano i 400 euro. Senza contare che sempre in casi gravi è previsto il fermo del veicolo. Unici ad essere esonerati sono gli automobilisti dotati di “pneumatici all season”, vale a dire collaudati per tutte le stagioni. Ma perché la sanzione pecuniaria è “mobile”? Perché il suo importo dipende dalla tipologia di strada su cui si stava circolando.