De Lorenzis (M5s): investimenti verdi e mobilità elettrica

Pol-Afe

Roma, 28 set. (askanews) - "Puntare su investimenti verdi e avviare la transazione verso un modello di sviluppo totalmente sostenibile è priorità di questo Paese. In accordo con il Vice Ministro dello Sviluppo Economico, Stefano Buffagni, e tutti gli altri rappresentanti del Movimento 5 Stelle ad ogni livello istituzionale, stiamo lavorando in questa direzione, per dare soluzioni concrete anche ai tanti giovani cittadini che chiedono cambiamenti visibili e immediati nelle politiche dei Governi". Lo afferma Diego De Lorenzis, deputato del MoVimento 5 Stelle e presidente della commissione Trasporti alla Camera.

"Stiamo puntando sulla mobilità alternativa, a partire dal trasporto pubblico e a rendere più sicura e attraente la mobilità attiva, a piedi e in bicicletta, quella in condivisione grazie alle moderne app, per ridurre il tasso di motorizzazione privata in Italia. L'elettrificazione dei trasporti e l'alimentazione elettrica sono decisive sia nella nostra bilancia energetica sia in quella ambientale. Si tratta di un cambio di visione che rimetta al centro l'ambiente, la salute e la sostenibilità. La notizia di un tavolo per il settore automotive che orienti gli investimenti verso l'elettrico è un'ulteriore conferma positiva per i cittadini italiani che, già con l'introduzione degli ecoincentivi per l'acquisto di automobili non inquinanti, hanno dimostrato quanto sia importante e condiviso il processo di transizione verso una nuova mobilità", prosegue.

"Ad oggi siamo orgogliosi che ci sia stato un aumento considerevole di immatricolazioni di auto elettriche e siamo sicuri che questo sia solo l'inizio di una serie di iniziative sinergiche, industriali e normative, che puntino al miglioramento della nostra mobilità in maniera intelligente e sostenibile, attraverso una roadmap precisa e con un obiettivo chiaro a lungo termine: arrivare al 2050 con emissioni zero, indicato dal Presidente Giuseppe Conte al Climate Action Summit di lunedì a New York", conclude De Lorenzis.