Lory Del Santo: "Hanno cercato di uccidermi"

·1 minuto per la lettura
(Marco Piraccini/Mondadori Portfolio via Getty Images)
(Marco Piraccini/Mondadori Portfolio via Getty Images)

La vita di Lory Del Santo è ricca di grandi successi ma anche di dolori terribili e gravi lutti, come la perdita di due figli. In una recente intervista concessa al settimanale "Diva e Donna", la showgirl, attrice e regista veneta ha voluto però parlare di un episodio che l'ha segnata parecchio ma che ancora non aveva raccontato. 

"Hanno cercato di uccidermi, in carcere, quando avevo 19 anni", ha spiegato Lory. La Del Santo finì nel carcere Regina Coeli di Roma per una vicenda legata alla droga. Accuse ingiuste, secondo la 63enne. "Fu uno scambio di persona, io non c’entravo nulla…". 

"È stato assurdo…Ero innocente, sono rimasta dentro per 10 giorni". E non dimenticherà mai i giorni trascorsi in prigione, durante i quali ha rischiato la vita.

Lory Del Santo ha spiegato di essere stata aggredita da una detenuta, che avrebbe tentato di soffocarla pur di appropriarsi della collanina che portava al collo: "Durante l’ora d’aria una detenuta mi ha stretto le mani al collo per avere la mia collanina”. 

Dopo essere riuscita a divincolarsi, sarebbe corsa subito nella sua cella: “Mi stava soffocando, ho resistito". Nei giorni seguenti, Lory è rimasta in disparte, fino a quando non è stata appurata la sua innocenza ed è tornata a casa.

GUARDA ANCHE - Lory Del Santo, rivelazione hot: "Notte di fuoco con..."

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli