Lotteria Italia, tutti riscossi i premi di prima categoria

Red

Roma, 25 lug. (askanews) - Sono stati tutti riscossi i premi di prima categoria della Lotteria Italia edizione 2018-2019, tra cui il primo premio da 5 milioni finito a Sala Consilina, in provincia di Salerno, venduto sulla A3 Salerno-Reggio Calabria. Così per il secondo anno consecutivo - ricorda Agimeg -, nessuna distrazione da parte dei giocatori che hanno ritirato tutte le vincite di prima fascia (da 5, 2,5, 1,5, 1 e 0,5 milioni di euro) entro i 180 giorni di tempo previsti dal regolamento, mentre si attenderà fino a fine mese per i premi inferiori (50 da 50mila euro e 150 da 25mila euro). Ma non sempre è stato così. Dal 2002, come ricorda l'agenzia Agimeg, non sono infatti stati riscossi premi per oltre 27,2 milioni di euro. Il record in termini assoluti spetta all'edizione 2008-2009, quando un giocatore di Roma non ritirò il primo premio da 5 milioni di euro, poi messo nuovamente in palio l'anno successivo. Quell'edizione va ricordata anche per il record negativo di premi non incassati, il cui totale toccò addirittura i 7 milioni di euro. Nell'edizione 2015-2016, sono stati 'dimenticati' oltre 2,9 milioni di euro, tra cui il secondo premio da 2 milioni di euro vinto a San Nicola La Strada, in provincia di Caserta. Anche nel 2012 ci fu un clamoroso caso di vincita dimenticata. Non venne infatti mai riscosso il secondo premio da 2 milioni di euro e in totale furono quasi 3 i milioni lasciati nelle casse dello Stato, mentre nel 2014 furono scordati 1,7 milioni, tra cui il quarto premio finito a L'Aquila. Nelle edizioni ancora precedenti spiccano gli oltre 5 milioni non incassati nel biennio 2003-2004. Ammontarono invece a oltre 800 mila euro le vincite non riscosse nell'edizione 2014-2015: per legge, i premi non ritirati entro i 180 giorni dalla data di pubblicazione dei biglietti vincenti in Gazzetta Ufficiale finiscono nelle casse dell'Erario.