Lotterie e gratta e vinci: le vincite più alte del 2019 -3-

Cro-Mpd

Roma, 31 dic. (askanews) - A maggio regalati altri due premi da 2 milioni ciascuno a Napoli e a Capurso, in provincia di Bari. A giungo Vignole Borbera in provincia di Alessandria, e Todi, vicino a Perugia, festeggiano una vincita da 2 milioni, il mese successivo in una stazione di servizio nei pressi di Lavis, Trento, viene acquistato un biglietto da 1 milione di euro. Sempre a luglio a Sperlonga, in provincia di Latina, viene centrato un premio da 2 milioni. Altri 2 milioni finiscono a Olbia, in provincia di Sassari a settembre, e a Faenza a fine novembre. I Gratta e Vinci con rendita premiano invece Castellamonte (Torino) a marzo, Roma e San Martino Siccomario (Pavia) ad aprile, Scarperia e San Piero in provincia di Firenze (giugno), e Capannori in provincia di Lucca (novembre).

Particolarmente generoso il 10eLotto, che nel corso dell'anno ha regalato 5 delle dieci vincite più alte di sempre, a iniziare da quella record da 5 milioni di euro, centrata a Marcianise, Caserta, il 14 febbraio. Un appassionato di Roma poi ha portato a casa 2,8 milioni a settembre, si tratta del terzo premio più alto di sempre. E ancora a Ceglie Messapica (Brindisi), Erice (Trapani) e Reggio Emilia, sono state centrate tre vincite da 2,7 milioni (si piazzano al 4° posto, ex equo con due premi centrati nel 2017). Fuori dalla top 10 due premi da 1,1 milioni sono stati vinti a Andria e a Taranto. Il Lotto tradizionale ha invece distribuito tre vincite al di sopra dei 600 mila euro: la più altra 630 mila euro, è finita a Cafasse in provincia di Torino, a gennaio, oltre 623 mila euro sono stati vinti a Bitonto, in provincia di Bari; e 600 mila euro sono finiti a Mapello, Bergamo. (Segue)