Lotus Evija : prezzo, velocità e uscita dell’hypercar più potente del mondo

Lotus Evija

La Lotus Evija si presenta con il botto. 200o cavalli di potenza per prestazioni mastodontiche la caratterizzano come l’auto più potente del mondo. Quest’auto made in UK va a spodestare un dominio Tesla finora indisturbato nel campo delle auto elettriche ed entrerà a breve in produzione.

Lotus Evija 2020 hypercar elettrica

Una hypercar elettrica dalle prestazioni mostruose va a rinnovare il marchio Lotus. Le hypercar numero uno prodotte dalla casa inglese infatti erano ancorate ad un passato lontano, quello in cui i modelli venivano battezzati da Colin Chapman e in cui in Formula 1 per questo team correva Alberto Ascari. Tempi andati che ritornano grazie ad Evija.

Lotus Evija: velocità e potenza

Lotus con questo modello ha rispettato appieno il brand del marchio. Evija è proprio “fatta per piloti”. Quest’auto è completamente elettrica, Tesla-approved ma non possiamo dire che l’ambiente ne giovi poi così tanto. Putroppo, questo è un prezzo da pagare per auto del genere.

lotus evijia presentazione

La potenza sviluppata è di 2.000 CV, è assolutamente Made in the United Kingdom ed è dotata di una batteria estremamente potente.

Non solo hypercar elettrica

Nonostante tutte le intenzioni siano di andare incontro all’elettrico al 100%, i “puristi dell’elettricità” storceranno il naso di fronte a questo modello: sotto il cofano, infatti, si celano delle componenti termiche ed ibride che aiutano a sviluppare queste prestazioni megagalattiche. Un compromesso necessario per quasi tutte le auto sportive che sicuramente cambierà a breve.

Prezzi e release date

Il video di Evija uscirà a fine anno ed il prototipo sarà finalmente ammirabile per i suoi fans direttamente sulla pista. Per fine anno, infatti, Lotus avrà ultimato gli ultimi collaudi e la metterà i vendita.

prezzo lotus evijia velocità

Qual è il prezzo dell’auto più potente del mondo? Ebbene, i 130 modelli che sono previsti per l’uscita dalla Casa Britannica costeranno 1,5 milioni di euro cadauno.

Dei bei soldi guadagnati sia dal Regno Unito e di proprietà parziale e finanziamento economico (con conseguenti guadagni) anche dei cinesi di Geely.