Lotus stabilisce un HQ in Cina, dove nasceranno le future EV

·1 minuto per la lettura

Lotus Technology ha inaugurato la sua nuove sede globale a Wuhan, in Cina. Lotus Technology è una nuova divisione di Lotus Group, una consociata globale di tecnologia intelligente del Marchio il cui ruolo è quello di accelerare l'innovazione, tra gli altri, nei settori delle batterie e della gestione dell'energia, dei motori elettrici, dei sistemi di controllo elettronici, della guida autonoma e della produzione intelligente. La nuova sede di Lotus Technology a Wuhan sarà completata nel 2024 ed entro la fine dell'anno, sempre nella città cinese, verrà inaugurata una nuova fabbrica per la produzione di veicoli elettrici Lotus destinati ai mercati globali.

La fabbrica ha richiesto un investimento di circa 900 milioni di euro e ha una capacità di 150 mila vetture annuali. Nel 2022 Lotus farà debuttare un SUV di segmento E con nome in codice Type 132, che sarà seguito nel 2023 da una coupé a quattro porte di segmento E, Type 133, e nel 2025 da Type 134, un altro Sport Utility, ma di segmento D. A questo trio si unirà nel 2026 una nuova sportiva elettrica, la Type 135.

I nuovi modelli si affiancheranno in gamma alla hypercar Evija elettrica e all'Emira, l'ultima sportiva con motore termico di Lotus, che saranno entrambe costruite a Hethel, nel Regno Unito. Nel campo della guida autonoma Lotus ha presentato il concetto di "guida intelligente a livello di pista" come obiettivo di sviluppo tecnologico per i prossimi 10 anni. L'obiettivo è aiutare gli automobilisti a comportarsi come un pilota di F1, aumentando la sicurezza del conducente e migliorando le prestazioni su strada attraverso software e hardware avanzati

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli