Luana e la passione per il cinema, la madre: "Le sarebbe piaciuto diventare famosa"

Primo Piano
·1 minuto per la lettura
Luana D'Orazio
Luana D'Orazio

Sono ore di interminabile dolore quelle che stanno vivendo la famiglia di Luana D'Orazio, la 22enne morta ieri di un incidente sul lavoro in un'azienda tessile a Montemurlo, nel Pratese.

La giovane, scomparsa per una fatalità ancora in via d'accertamento, era piena di vita e passione, con tanti hobby e un sogno nel cassetto: il cinema. La 22enne, come ricordato dalla madre Emma Marrazzo, aveva infatti partecipato ad un film di Leonardo Pieraccioni nel 2018, un'esperienza che l'aveva entusiasmata.

VIDEO - Incidenti sul lavoro in calo, ma aumentano i decessi

"Luana era contentissima di aver fatto la comparsa in un film di Pieraccioni, era stata contattata tramite una nostra amica, aveva fatto il casting ed era stata presa" le parole di Emma Marrazzo, che ha svelato alla stampa di aver visto la figlia recitare nel film "Se son rose".

Lo stesso Pieraccioni, appresa la notizia della scomparse della giovane, si è detto turbato. Luana, secondo mamma Emma, poteva sognare in grande: "Credo che le sarebbe piaciuto lavorare in quell'ambiente e, magari diventare famosa. Ma non così".