Luca Argentero e Cristina Marino si sono sposati: nozze a sorpresa

·2 minuto per la lettura
luca argentero nozze
luca argentero nozze

Luca Argentero e Cristina Marino si sono sposati in gran segreto. Le nozze sono andate in scena con una cerimonia molto intima a Città della Pieve, dove i due attori vivono da un po’. Ovviamente, a festeggiare mamma e papà c’era anche la piccola Nina Speranza.

Luca Argentero e Cristina Marino: le nozze

Nozze a sorpresa per Luca Argentero e Cristina Marino. I due attori si sono sposati a Città della Pieve, in Umbria, dove vivono in un casolare immerso nella natura. In realtà, il loro matrimonio si sarebbe dovuto celebrare lo scorso anno, poi a causa della pandemia da Covid-19 era stato rimandato. Luca e Cristina si sono giurati amore eterno con un rito civile, officiato dal sindaco Fausto Risini.

Luca Argentero: le nozze a Città della Pieve

Il matrimonio tra Luca e Cristina è andato in scena sabato 5 giugno 2021. I due piccioncini, da sempre molto riservati e gelosi del privato, sono apparsi a sorpresa nel centro storico di Città della Pieve. Dopo la cerimonia, Argentero e la Marino hanno lasciato il paese a bordo di un sidecar per andare a festeggiare le nozze in un luogo blindatissimo.

Luca Argentero e Cristina Marino: nozze private

A causa della pandemia da Covid-19, Luca e Cristina si sono sposati con una cerimonia molto intima. Il rito civile è andato in scena presso la consiliare del comune di Città della Pieve, alla presenza di familiari e qualche amico. Dopo essersi giurati amore eterno, hanno proseguito i festeggiamenti in un luogo segreto. Stando a quanto riporta Perugia Today, si è trattato di un piccolo ricevimento all’aperto, con un numero limitato di persone. Ovviamente, tra loro c’era anche la piccola Nina Speranza, la bimba che Argentero e la Marino hanno avuto circa un anno fa.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli