Luca Barbareschi: “Ho deciso, tolgo l’eredità ai miei figli”

luca barbareschi

Luca Barbareschi ha spiegato le motivazioni che lo hanno spinto a non lasciare l’eredità ai suoi figli. Infatti, ospite nella trasmissione Io e Te condotta da Pierluigi Diaco, l’attore ha lanciato dichiarazioni shock che hanno lasciato tutti senza parole. Dopo aver cresciuto i suoi figli con amore ed educazione, l’attore, regista e conduttore ritiene di aver dato loro tutto il necessario per costruire in autonomia il loro futuro. Vediamo le dichiarazioni di Luca Barbareschi riguardo l’eredità.

Luca Barbareschi nega l’eredità ai figli

Luca Barbareschi, ospite a Rai Uno nel programma pomeridiano di Pierluigi Diaco, racconta il suo passato. “Io sono nato in Uruguay -spiega l’attore – ho il passaporto uruguagio, ho il passaporto italiano e lavorando negli States, ho avuto anche il passaporto americano honoris causa. Avendo tre passaporti, ho avuto il privilegio di poterlo passare anche ai miei figli”. Poi, però, chiarisce il preambolo con alcune precisazioni: “Cosa vuol dire questo? Che i miei figli hanno tre passaporti e possono lavorare in tutto il Mercosur, così come negli States e in Italia. Hanno studiato nelle migliori scuole, nelle migliori università: costano un milione di euro per l’educazione di quattro anni. Quando tu dai qualcosa ai figli che nessuno al mondo ha, allora ha già dato tutto”.

Infine, con giuste motivazioni, Barbareschi ha affermato che la ricchezza spinge alla pigrizia. Infatti, se disponi di buone capacità economiche non hai bisogno di impegnarti per realizzare il futuro dei tuoi sogni. “I figli dei ricchi diventano cretini, ma non sono cretini. Il cervello è un muscolo e va allenato. Se tu non studi non elabori, il cervello s’impigrisce” ha concluso.