"De Luca juventino, chieda scusa per insulti ai napoletani"

webinfo@adnkronos.com

"Vincenzo De Luca, noto tifoso della Juve, non offenda Salvini, Meloni ed il centrodestra e se proprio non riesce a parlare di programmi e cose serie, del futuro dei campani, chieda piuttosto lui scusa per avere insultato i napoletani in piazza". Lo scrive su Facebook Stefano Caldoro, capo dell'opposizione di centrodestra in Consiglio regionale della Campania, pubblicando un video in cui si vede De Luca qualche anno fa su un palco a Salerno mentre i tifosi della Salernitana in piazza cantano "chi non salta è napoletano". "Forza Napoli", conclude Caldoro. 

"De Luca fa il ruffiano con i tifosi del Napoli solo a scopo elettorale. Quando è a Salerno è notoriamente juventino: quando era sindaco di Salerno era notoriamente antinapoletano. Ora va tutto in soffitta compreso il lanciafiamme che diceva di volere usare per ogni assembramento", dice anche il senatore di Fratelli d’Italia, Antonio Iannone, Commissario regionale di Fdi in Campania. "Ha il figliolo deputato di maggioranza e dice di essere contro il governo Conte. Invece di trattare solo amenità nei suoi sproloqui patinati e senza contraddittorio si impegni per le vere esigenze dei nostri cittadini che non hanno l’anello al naso. Altroché vispa Teresa, Giorgia Meloni può insegnargli coerenza e dignità", conclude Iannone.