De Luca: Mes imprescindibile per Sistema sanitario pi forte

Rea

Roma, 27 giu. (askanews) - "Grazie al lavoro del Pd arrivata una scossa notevole a una politica dell'Unione fatta solo di austerity. Un ruolo determinate lo dobbiamo in particolare ai Ministri Gualtieri e Amendola e con la presenza di due italiano ai vertici della ue come Gentiloni e Sassoli, l'Unione ha risposto alla crisi Coronavirus mettendo in campo strumenti straordinari per aiutare famiglie e imprese ad uscire dall'emergenza: sospensione del patto di Stabilit, modifica delle norme sugli aiuti di Stato, acquisti di titoli pubblici da parte della BCE fino a 1350 MLRD di euro, sono stati accompagnati da programmi di sostegno eccezionali, quali Sure, Bei e proprio il Mes, cui si aggiunger a breve un piano Next Generation EU da 750 miliardi di euro, di cui 500 miliardi a fondo perduto e 250 di prestiti, che difenderemo con tutte le nostre forze nel prossimo Consiglio. Sono risultati che come Pd rivendichiamo con orgoglio. Ora tocca all'Italia utilizzare al meglio tali opportunit e ragionare senza ideologismi ma con assoluta concretezza e pragmatismo sulle risorse necessarie al Paese per ripartire. Valutiamo dunque con attenzione e rapidit l'esigenza di utilizzare i 36 Miliardi di euro della nuova linea MES per spese e investimenti, diretti e indiretti, nel comparto sanitario, attraverso un prestito a tasso agevolato, quasi negativo, che consentirebbe all'Italia di risparmiare circa 5 miliardi di euro in 10 anni, senza vincoli o condizionalit, senza Troika, senza obblighi di aggiustamento macroeconomico e senza alcuna sorveglianza rafforzata della Commissione". quanto dichiara Piero De Luca, capogruppo Pd in commissione Politiche Ue. "Come ha ricordato Zingaretti, noi democratici riteniamo che il Paese debba affrontare e vincere nei prossimi mesi e nei prossimi anni una sfida ambiziosa: la sfida di creare il sistema sanitario pi forte, efficiente e competitivo d'Europa e del Mondo".