Luca Milano: "Rai Kids attenta a valori sport, educazione alimentare e inclusione'

(Adnkronos) - I valori dello sport, l'educazione alimentare e l'inclusione in tutte le sue forme. Sono questi i temi cui Rai Kids presta particolare attenzione nella programmazione delle stagioni televisive di Rai Yoyo e Rai Gulp. Lo sottolinea all'Adnkronos il direttore di Rai Kids, Luca Milano, a 'Cartoons on the Bay' di Pescara dove ha presentato i nuovi titoli che bambini e ragazzi vedranno su Rai Yoyo, Rai Gulp, RaiPlay e sui canali generalisti, e il nuovo logo della direzione che da Rai Ragazzi diventa Rai Kids, "un segnale di internazionalizzazione che il vertice Rai ha voluto dare".

"Per i valori dello sport abbiamo 'SuperSpikeBall' e 'Street Footbal' - spiega Milano - due titoli che tra l'altro stanno per andare in onda. Per quanto riguarda l'educazione alimentare, presente anche nei 'Trullalleri', arriva la nuova serie 'Food Wizard', in concorso a 'Cartoons' per i Pulcinella d'Oro. Sul tema dell'inclusione c'è la serie 'Becco di rame' e poi, allargando l'inclusione all'accoglienza, c'è 'Nel mare ci sono i coccodrilli', uno special tv basato sul romanzo omonimo di Fabio Geda che racconta la storia vera di Enaiatollah Akbari, un bambino di 10 anni costretto a fuggire dall’Afghanistan. Un cortometraggio di 27 minuti che arriva a un anno da 'La custodia' per far capire che il tema non lo dimentichiamo ma continuiamo a raccontarlo".

"Accanto a questo, sempre come tema sociale, c'è 'Crush - La storia di Stella' - prosegue Milano - una serie live che racconta la storia di una ragazzina, Stella, che manda una foto che non dovrebbe mandare a un amico, il quale poi la mette in circolo. La serie mostra quali conseguenze devastanti possono esserci nella vita di una ragazzina delle scuole medie, di 12-13 anni, ed è anche un modo per educare ai media e ai social i ragazzi un po' più grandi. Di rilievo anche 'Il mondo di Leo' sull'autismo e 'The Sound Collector' sulle disabilità auditive che racconta la storia di un ragazzino che gira con un registratore per catturare i suoni della natura, e da quello nasce in lui la capacità di saper cogliere le differenze tra suoni diversi. A questa serie lavorano inglesi come il candidato all'Oscar, Barry Purves, (a cui è stato assegnato il Premio alla Carriera a 'Cartoons on the Bay', ndr) al cui lavoro si aggiunge quello di Enanimation di Torino che sviluppa la parte italiana".

Il direttore di Rai Kids sottolinea anche il fatto che "ormai in quasi tutte le regioni italiane si produce animazione. Anche gli stessi 'Trullalleri', ad esempio, che prima si facevano tra Milano e Parigi, adesso vengono realizzati in parte in un nuovo studio nato apposta a Bari". Alla domanda se è ipotizzabile vedere su Rai Kids un prodotto come la serie di Zerocalcare, Milano risponde che "quelle non sono serie per ragazzi ma per adulti e quindi non rientra nei compiti della mia direzione produrre una serie come quella, prodotta dalla concorrenza. Ma il problema - osserva - non è se qualcuno produce, ma se ci lasciano soli alla Rai a produrre cartoni animati perché ci caricherebbero di una responsabilità eccessiva".

Infine le produzioni per la fascia definita degli 'young adults' per la quale, spiega Milano, "noi abbiamo delle serie live, certamente, in particolare sia 'Snow Black', sia 'Hoodie', che è di acquisto belga e racconta la storia di un ragazzino con il cappuccio che è destinata a un pubblico di età leggermente superiore. Anche le linee editoriali sono in evoluzione, per il momento noi abbiamo il mandato di lavorare fondamentalmente su Rai Gulp e Rai Yoyo che dobbiamo preservare come canali che abbiano una certa fisionomia in modo che anche i genitori sappiano che ci sono questi prodotti. Nel rinnovo delle linee editoriali di Rai Kids poi, insieme con Rai Play, l'attenzione al pubblico dei giovani adulti sarà una priorità che avremo e che dovremo avere anche nei prossimi anni, però partendo dai più piccoli", conclude.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli