Luca Parmitano: effetti cambiamento climatico sono catastrofici

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 1 ott. (askanews) - "Quella che stiamo osservando è una foto del passato: ogni anno il ghiacciaio retrocede, rimpicciolisce. Qualsiasi cambiamento di politiche di riduzione, non siamo comunque in grado di riportare questo ghiacciaio, tutti i ghiacciai, dove erano. E nei prossimi 40 anni questo processo continuerà, i miei figli non potranno vedere il ghiacciaio come l'ho visto io. Visitare il ghiacciaio di persona e vederlo com'è oggi sapendo che l'anno prossimo sarà già diverso ha un grande impatto emotivo. Oggi sono qui come testimone di qualcosa che sta avvenendo, un testimone molto preoccupato". A parlare è l'astronauta dell'ESA Luca Parmitano, intervenuto all'evento "Il pianeta che cambia - Uno sguardo dall'alto" organizzato da ESA, Agenzia Spaziale Italiana (ASI) e Università di Milano, in collaborazione con il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia di Milano, che fa parte delle attività della Pre-COP. Parmitano ha parlato della sua ultima spedizione scientifica sul Ghiacciaio del Gorner in Svizzera, mostrando diverse immagini che testimoniano in modo impressionante i cambiamenti avvenuti.

"Gli effetti del cambiamento climatico sono estremamente visibili, sono catastrofici" ha detto Parmitano commentando una serie di immagini riprese dallo spazio durante le sue missioni sulla Stazione spaziale internazionale e non solo che mostrano gli stessi luoghi - dalle Maldive agli atolli nel Pacifico alla foresta amazzonica - a distanza di alcuni anni. "Già nel 2013, abbiamo fotografato vari effetti climatici ma quello che ho visto solo pochi anni dopo è impressionante". "L'intensità e la violenza degli eventi meteo è aumentata in modo esponenziale" ha detto ancora l'astronauta Esa. "Le Maldive scompariranno. Sono a due metri dal livello del mare e un innalzamento di un metro e mezzo le farà scomparire".

"Se potete visitate oggi quei luoghi che sappiamo che domani non ci saranno più", è l'invito di Parmitano ai ragazzi in platea e collegati da remoto all'evento. "Il futuro del pianeta è nelle vostre mani, io sono già in ritardo. Dovete avere la forza, la volontà di agire. Abbiate fame di cambiamento".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli