De Luca (Pd): Salvini colpisce il sud, non faccia inutili tour

Pol-Afe

Roma, 5 ago. (askanews) - "Nelle prossime ore, forse soddisfatto dei disastri del suo governo, Salvini dovrebbe organizzare dei tours in giro per il Paese, toccando anche il Sud. Dopo aver offeso per anni i cittadini meridionali, sulla scia delle dichiarazioni rilasciate in queste ore, che confermano uno squallido pregiudizio ancora oggi ardente verso un Mezzogiorno 'ladro' e 'incapace', dopo aver tentato da mesi di far approvare un progetto di autonomia differenziata che - senza tener conto della definizione preliminare dei costi e fabbisogni standard, sulla base dei livelli essenziali delle prestazioni, come sancito dall'art. 117, secondo comma, lettera m), della Costituzione - penalizzerebbe irreparabilmente i servizi scolastici, sociali e sanitari, nonché le infrastrutture e le opportunità di futuro nel Sud, dopo aver approvato una legge di bilancio che ha strappato miliardi di euro di risorse alle comunità meridionali per investimenti e sviluppo, dopo aver gravemente contribuito in un anno di Governo ad aumentare la distanza economica ed occupazionale tra Nord e Sud del Paese, con quale coraggio immagina di presentarsi oggi alle comunità meridionali?". Lo dichiara il deputato democratico Piero De Luca, capogruppo in commissione Politiche Ue.

"Se vuole visitare le meraviglie paesaggistiche e naturalistiche del Sud - continua De Luca - gli organizziamo con piacere qualche giro in barca. Se pensa di venire a fare squallida propaganda pensando di cancellare in un colpo decenni di offese e insulti, gli consiglio vivamente di risparmiare inutili giri turistici estivi. Resti pure in spiaggia al Papeete".

"Avrebbe di certo fatto meglio - conclude - ad occuparsi della sicurezza urbana, della produzione industriale ferma al palo o del gap sempre più profondo tra il Nord e il Sud del Paese certificato dalla Svimez, di seguire da vicino i colloqui della neo Presidente della Commissione europea, Ursula Von Der Leyen, per poter attribuire un portafoglio di peso al futuro Commissario italiano, e di partecipare alle commemorazioni per la Strage di Bologna. Purtroppo però il Vice Premier e Ministro dell'Interno, preferisce andare al mare e occuparsi di altro".