Luca Sacchi colpito da una mazza da baseball prima dello sparo

Luca Sacchi

Emergono nuovi dettagli nel corso delle indagini per la morte di Luca Sacchi: secondo quanto riferito dal medico legale, il giovane sarebbe stato colpito da una mazza da baseball prima di ricevere il colpo alla testa che gli è stato fatale.

Luca Sacchi: nuovi elementi

La vicenda dell’omicidio del 24enne Luca Sacchi assume contorni sempre più inquietanti, confermati dagli ultimi risultati dell’autopsia. L’esame avrebbe infatti accertato la presenza di lividi riconducibili ad una mazza da baseball, segno che il giovane potrebbe essere stato picchiato prima di ricevere il colpo mortale. Secondo gli inquirenti la mazza da baseball potrebbe essere di Paolo Pirino, uno dei due arrestati per l’omicidio. Lo stesso oggetto potrebbe essere stato utilizzato anche contro la fidanzata di Sacchi, Anastasya.

La fidanzata è coinvolta?

Le indagini si stanno poi concentrando anche sulla figura di Anastasya, la cui posizione non è affatto chiara: la giovane sarà infatti interrogata la prossima settimana. La giovane infatti inizialmente ha fornito uno suo racconto, il quale però non appare chiaro agli occhi degli inquirenti i quali chiedono maggiori elementi per chiarire alcune inesattezze emerse.

L’omicidio

Il giovane Luca Sacchi è morto in maniera tragica all’esterno di un pub della capitale. La dinamica dell’omicidio non è ancora chiara, ma per la sua morte sono stati arrestati due giovani, Paolo Pirino e Vincenzo Del Grosso. Il 24enne è stato prontamente soccorso sul posto e poi trasferito in ospedale, ma per lui non c’è stato nulla da fare.