Luca Tacchetto liberato in Mali insieme alla compagna Edith Blais

luca tacchetto liberato

Luca Tacchetto, sequestrato in Burkina Faso nel dicembre del 2018, è stato liberato in Mali insieme alla compagna canadese Edith Blais. A confermare la notizia è stato il New York Times. Nel dicembre 2018, infatti, la coppia stava effettuando un viaggio nella regione di Sahel, ma era stata sequestrata. in seguito Luca e Edith erano stati trasferiti in Mali, probabilmente da un gruppo di contrabbandieri in contatto con milizie jihadiste.

Mali, Luca Tacchetto liberato

Sabato 14 marzo il padovano Luca Tacchetto e la fidanzata canadese Edith Blais sono tornati liberi: il ragazzo, da quanto si apprende, è stato liberato in Mali. Era il 15 dicembre 2018 quando la coppia, partita in auto dal Veneto un mese prima, voleva effettuare un viaggio nella regione del Sehal. Lui, 30 anni, e lei, 35 anni, erano improvvisamente scomparsi in Burkina Faso. Poco prima di sparire, però, erano stati ospitati da un amico francese, Robert Guilloteau. Inoltre, l’ultimo video inviato da Luca a suo padre, l’ex sindaco di Vigonza, risalirebbe proprio alla stessa serata della scomparsa.

Da quel momento non ci sono state altre notizie della coppia fino a quando, nell’aprile 2019, il ministro dei Rapporti col Parlamento del Paese africano Rémis Dandjinou ha assicurato che i due erano vivi. Il ministro si stava anche muovendo affinché potessero essere liberati al più presto. “Per noi – aveva detto il ministro – hanno importanza particolare perché sono persone che danno la loro vita, il loro tempo, la loro energia per sviluppare il nostro Paese. Il minimo che possiamo fare è garantirne la sicurezza e fare in modo che possano tornare a casa”.