Luca Toni e la moglie rapinati in casa: "Tanto spavento, ma la famiglia sta bene"

Adalgisa Marrocco
·Contributor HuffPost Italia
·1 minuto per la lettura
(Photo: sampics via Getty Images)
(Photo: sampics via Getty Images)

“Tanto spavento, ma la famiglia sta bene”. Così Luca Toni, campione dei Mondiali di calcio 2006, parla su Instagram dopo la notizia della rapina subita da lui e dalla moglie Marta Cecchetto nella serata di giovedì nella loro casa del modenese.

L’ex calciatore ha raccontato via social: “La cosa che conta di più è che la mia famiglia stia bene, non ci hanno fatto del male pur avendo subito un bel trauma e un forte spavento”. “Giovedì sera tra le 19.30 e le 21.30 ho subito una rapina in casa da parte di tre malviventi con passamontagna e armi. Dispiace anche che mi abbiano portato via beni preziosi ma soprattutto affettivi. A seguito sono intervenute le forze dell’ordine probabilmente chiamate dai vicini insospettiti da una macchina in movimento nella mia via; la vigilanza non si è accorta di nulla. Chiedo rispetto e privacy per me e la mia famiglia in questo momento. Grazie a tutti”, ha aggiunto spiegando la dinamica dei fatti.

Toni e la modella Marta Cecchetto hanno due figli. Dopo aver lasciato il calcio nel 2016, Toni ha lavorato prima nella dirigenza del Verona e poi come opinionista tv in programmi calcistici.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.