Lucarelli: "'Meloni 'è la Bestia'? Mio pezzo era ironico"

webinfo@adnkronos.com

"Non è la prima volta che scrivo di Giorgia Meloni, si scrive di quello di cui si parla e questo è un momento in cui il suo è un partito che sta crescendo, quindi è evidente che sia argomento di cui scrivere. Non capisco le polemiche". Così Selvaggia Lucarelli commenta all'Adnkronos l'articolo uscito oggi sul 'Fatto Quotidiano' a sua firma dal titolo 'Giorgia Meloni è la Bestia', in cui la giornalista tratteggia in modo 'graffiante' il profilo della leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni, articolo che sta alimentando polemiche e dibattiti nella rete.  

"Premesso che il 50% di quelli che criticano l'articolo non l'ha sicuramente letto, anche perché il 'Fatto' è in abbonamento, non mi sembra un articolo offensivo. E' un pezzo ironico, e doverlo specificare è come spiegare una barzelletta, non è certo un articolo di Merlo", spiega la Lucarelli. Il riferimento è all'articolo di Francesco Merlo, giornalista di 'Repubblica' che qualche giorno fa aveva scritto un pezzo critico su Giorgia Meloni.  

"Io non condivido nulla di quello che dice la Meloni, non la voterei mai ma è un politico puro, uno dei pochi rimasti. Questa è sicuramente una cosa che non le si può negare, lo fa perché c'è della passione"."Se è per questo ho anche scritto che Giorgia Meloni , con la sua strategia asfalterà tutti, primo fra tutti Salvini", spiega la Lucarelli. Che aggiunge: "Da questo punto di vista la Meloni è un politico di razza. Ha anche una certa coerenza. Insomma, ha un talento indiscutibile ma purtroppo lo sfrutta male".