Lucca Comics, ragazzi sfilano vestiti da nazisti: aperta un’indagine

Lucca Comics nazista

In occasione del Lucca Comics, il festival dedicato al fumetto che si tiene ogni anno, due ragazzi si sono presentati sfilando con una divisa nazista. Dopo le polemiche, è scattata l’indagine della Digos.

In divisa nazista al Lucca Comics

Uniforme delle Ss, svastica al braccio, bandiera nazista in mano e finto carro armato. Così hanno sfilato due ragazzi nel centro storico di Lucca alla manifestazione che quest’anno è a tema Becoming Human. La scena non ha lasciato indifferenti i passanti, che hanno condannato il loro gesto tra “Vergognatevi, il nazismo non è un gioco” e “Questa è apologia del nazismo“. I giovani sono stati allontanati dalla security e non è stato necessario l’intervento delle forze dell’ordine, che sono comunque state allertate.

Sul posto sono stati rintracciati anche altri giovani che indossavano divise di formazioni militari, forse degli alpini. Questi hanno spiegato che la loro intenzione era di dar vita ad una simulazione storica di epoca bellica.

Sulla vicenda è intervenuto il consigliere regionale dem Alessandra Nardini, che si è imbattuta nel video pubblicato su Facebook da alcuni presenti. Ha parlato di un episodio da condannare e da non considerare una semplice goliardata, che “ci fa interrogare rispetto al clima che si respira nel paese“. Ha poi aggiunto che nessuno ha il diritto di macchiare una manifestazione come quella del Lucca Comics in cui famiglie, bambini e giovani hanno sempre respirato un clima positivo.

Dura condanna anche da parte del Comune della città. Il sindaco ha infatti spiegato che il gesto è assolutamente dissociato dal festival e niente ha a che fare con esso. La Digos ha individuato i responsabili e sta ora valutando se nel loro comportamento è ravvisabile un’ipotesi di reato.