Lucia Azzolina esce allo scoperto: "Trattata come una strega"

·1 minuto per la lettura
lucia azzolina
lucia azzolina

L’ex ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina e deputata del M5S nel suo nuovo libro racconta delle sue origini e delle motivazioni che l’hanno spinta a intraprendere una carriera poltica, tra accuse e rivendicazioni: “Mi hanno tratta come una strega”.

Lucia Azzolina si confessa: “Caccia alle streghe contro di me”

Per mesi è rimasta fuori dai radar dei media, ma ora Lucia Azzolina ha deciso di raccontarsi a 360 gradi: nel suo nuovo libro dal titolo “La vita insegna“, l’ex Ministra dell’Istruzione e deputata M5S racconta delle sue origini, delle sue passioni, ma non trattiene la rabbia per le accuse e ingiurie incassate nei mesi della pandemia: “Cito da pag 28: BRU.CIA.TE.LA. , t***a. Così. Quasi tutti i giorni. Messaggi scritti da uomini, spesso mariti o padri. Contro di me una vera e propria caccia alle streghe“.

In questa intervista rilasciata al Corriere della Sera, Lucia Azzolina non trattiene le emozioni e parla a ruota libera dei momenti complicati vissuti al Governo durante la pandemia, come il lockdown e la chiusura storica delle scuole: “C’è stata una violenta disinformazione di cui mi sono sentita bersaglio”.

Lucia Azzolina: “Conte non percepito come uomo del M5S”

Tornando alla politica, l’ex ministra viene incalzata sul suo futuro: “Cosa farò ora?
Continuerò a girare le scuole e a fare il mio lavoro a testa bassa, con molta umiltà. Riconferma al Parlamento? Perché no, ma sta ai citatdini votare“.

L’ex presidente del Consiglio Giuseppe Conte l’ha voluta nella sua squadra di Governo, e ora che entrambi non ricoprono più ruoli istituzionali importanti, la deputata si toglie qualche sassolino dalla scarpa: “Serve tempo, dobbiamo dire con franchezza che Giuseppe ha bisogno di tutti noi. Immaginavo che non sarebbe stato facile per lui. Nelle piazze c’ero e ho visto il grandissimo affetto degli italiani, ma evidentemente Conte non è stato percepito come un uomo del M5S. I cittadini non hanno ancora fatto l’abbinamento tra il Movimento e lui. Conte è intelligente, lo stimo. E sa che non può fare tutto da solo, perché rischia di patire lo stesso isolamento vissuto da Di Maio. È ora di parlare di temi e non più di nomi e di ruoli, perché l’agenda politica del 2018 è esaurita“.

Lucia Azzolina: “Mattarella bis? Sarei felice”

Lucia Azzolina ha deciso di dedicarsi alla scuola e alle donne, sottovalutate al Governo e per questo motivo all’ex ministra non dispiacerebbe vedere una donna come Liliana Segre all’opera per il bene dell’Italia: Sarebbe persino troppo per l’Italia. Ma lei, con la sua eleganza e nobiltà d’animo, ha già declinato e la comprendo“.

In conclusione, una domanda sul successore di Mattarella al Qurinale, anche se Lucia Azzolina spera in un bis: “Se venisse riconfermato sarei felice, sempre sensibilissimo ai temi scolastici, ho massima stima e un ottimo rapporto con lui. È di altissimo spessore e rappresenta il senso delle istituzioni“.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli